Un distillato di sapere, a un solo clic di distanza.

~1-2 volte al mese, distilleremo per te e ti invieremo preziosi consigli per il tuo progresso di Fitness.

Un distillato di sapere, a un solo clic di distanza.

~1-2 volte al mese, distilleremo per te e ti invieremo preziosi consigli per il tuo progresso di Fitness.

Iscrivendoti, accetti Termini e Privacy. P.S.: odiamo lo spam quanto non poter mangiare pizza e gelato ogni sera. Sei al sicuro.

Iscrivendoti, accetti Termini e Privacy. P.S.: odiamo lo spam quanto non poter mangiare pizza e gelato ogni sera. Sei al sicuro.

Emozioni, postura, respirazione, disfunzione mitocondriale e obesità

Emozioni e postura possono regolare il metabolismo?
By Team Oukside | 02 Novembre 2016

Emozioni, postura, respirazione, disfunzione mitocondriale e obesità

In che modo le emozioni si correlano alla postura? In che modo la postura si correla al metabolismo? In che modo il metabolismo si correla alla respirazione? Leggendo questo capirai (e forse ti stupirai) come l'aspetto emotivo si collega a quello biochimico influendo su dimagrimento, fitness e benessere.

Considerare il corpo a compartimenti stagni è utile per "didattica", ma non per capire come esso si comporti nella realtà bisogna avere una visione globale.

Ad esempio, da un evento psicologico negativo si possano generare a cascata una marea di eventi che dal macroscopico (eventi della vita, situazioni, ambiente) scendono man mano a livelli sempre più piccoli, arrivando nel microscopico (scarsa capacità ossidativa cellulare, disfunzione mitocondriale, accumulo di grasso) i quali a loro volta si ripercuotono su fenomeni più ampi e salgono di nuovo fino al macroscopico.

In sostanza: un evento macroscopico "entra" nell'organismo, modifica alcuni aspetti in un ambiente microscopico (tessuti, organi, cellule), e questo genera una conseguenza visibile nuovamente nel macroscopico.

Si può generare un cosiddetto "circolo vizioso" che può essere compreso solo se si guarda all'unità corpo come a un tutt'uno e non a un insieme di pezzi disorganizzati e desincronizzati. Ingrassiamo, quindi le nostre cellule gestiscono peggio l'utilizzo dei grassi, quindi serve più ossigeno, quindi dovremmo respirare più profondamente, ma poiché i muscoli si infarciscono di grasso (compreso il diaframma) non riusciamo a farlo e compensiamo con gli altri muscoli respiratori, assumendo posture scorrete e respirando ancora peggio.

Questo ci fa sentire senza energie e senza controllo, ci sentiamo scarichi, con la mente poco lucida, in balìa del negativo, e quindi emozionalmente a terra. Esprimiamo tali emozioni... Cambiando postura, chiudendoci, creando un "muro", non permettendo ai muscoli respiratori di aprire a dovere la cassa toracica, ricavando poco ossigeno dal nostro respiro, e dandone quindi poco alle nostre cellule che invece ne avrebbero bisogno per "bruciare i grassi" che vogliamo far bruciare loro.

Correlazione emozioni, postura, respirazione, obesità

La soluzione? Ognuno trovi la propria, l'importante è avere consapevolezza che quell'unico intervento sarà solo il primum movens per inserirsi in questo circolo vizioso cercando di romperlo. C'è chi dimagrisce perché migliora la postura, chi perché migliora il suo approccio emozionale alle cose, chi perché inizia a respirare consapevolmente, chi perché fa la dieta o prende l'integratore, chi inizia l'allenamento "giusto".

Ma l'effetto non è mai dovuto a un singolo fattore. Ambiti che sembrano molto diversi tra loro, sono in realtà strettamente connessi, perché è sempre a quel tutt'uno - il corpo - che si riferiscono.

Ti è stato utile?
Facci sapere!

4.0/5 rating 1 vote

Per sbloccare il tuo Potenziale...
Inizia GRATIS

Quanto hai appena appreso è solo una piccola parte. Ma non temere: esiste un metodo che ti insegna ad adattare le abitudini di Fitness e benessere alla tua vita (e non il contrario!)

Senza dieta da rincorrere, allenamento da organizzare, integratori da ricordare e strane posizioni yoga da emulare. Per vivere il Fitness, non subirlo.


Sei un PRO che lavora nel settore? Se, come noi, vuoi ispirare le persone a migliorare le loro abitudini ed essere il loro riferimento, unisciti a noi! Scopri come qui


Quella domanda che ti frulla in testa...

Leggere in autonomia è il miglior modo per applicare a sé quanto appreso, ma interagire è fondamentale quando quel dubbio o quella curiosità proprio non ti mollano.

Non esitare a porre qualsiasi domanda, riportarci qualsiasi dubbio o semplicemente una tua esperienza usando i commenti qui sotto: saremo felici di approfondire questo argomento con te e consigliarti al meglio.

Per lasciare un commento, Registrati Gratis › Registrati Gratis › oppure Effettua il Login › Effettua il Login ›

Lascia un commento

Per favore esegui il Login per lasciare un commento.